VENEZIATODAY: Nozze Villa Salus – San Camillo: “In 2 mesi si chiude”, “Nascerà colosso della riabilitazione”.

Il DG vicario della struttura mestrina: “Enormi economie di scala. Diventeremmo una realtà da 170 posti letto all’avanguardia nella ricerca”

VENEZIATODAY articolo della Redazione del 7 maggio 2018.

Acquisizione tra Villa Salus e il San Camillo a Venezia. “E’ un matrimonio che chiuderebbe il cerchio, ci dispiacerebbe non andasse a buon fine. Per noi e per chi ci lavora o fa ricerca”. Il direttore generale vicario di Villa Salus, Mario Bassano, parla con entusiasmo della possibile acquisizione dell’istituto San Camillo del Lido di Venezia da parte della struttura mestrina, che lunedì mattina ha inaugurato il nuovo servizio di radiologia e l’ambulatorio per la chirurgia della mano e spasticità: “Ci vorranno circa 2 mesi per arrivare al dunque – ha dichiarato Bassano – ma vediamo che dalla Regione non ci sono posizioni ostative. Capisco che il Lido è un po’ scomodo, ma se le due realtà si uniranno potremo fare enormi economie di scala. Garantendosi servizi vicendevolmente. Diventerebbe una realtà da 170 posti letto riabilitativi, siamo molto contenti”.
Pochi minuti prima sul matrimonio era giunta anche la “benedizione” del presidente del Veneto Luca Zaia: “Noi guardiamo di buon grado all’operazione – ha dichiarato il titolare di Palazzo Balbi – sia il San Camillo, sia Villa Salus hanno un’anima religiosa. Ci sono professionalità e si possono fare economie di scala. E soprattutto si potrà continuare con la partita dell’Irccs e quindi della ricerca” …

Continua a leggere l’articolo completo su VENEZIATODAY

 

 

 

 

 

Collegio Italiano Primari Ospedalieri Chirurgia Vascolare, lettera del Presidente

Il dott. Stefano Michelagnoli, colpito dalla recente decisione del CDA IDI-FLMM di non voler rinnovare ulteriormente l’incarico primariale al dott. Sergio Furgiuele, ha inviato una dettagliata lettera all’Assessore alla Sanità della Regione Lazio e al Presidente del CDA IRCCS IDI-FLMM per cercare di comprendere il senso di un siffatto provvedimento.

Il Presidente del Collegio, ben conoscendo lo spessore professionale e personale del dott. Furgiuele, presenta argomenti ragionevoli, sensati e soprattutto ben documentati, mettendosi personalmente a disposizione per individuare in modo condiviso soluzioni alternative equilibrate che possano però questa volta essere reciprocamente accettabili.

Il comunicato sindacale ADONP, comprendente anche il testo originale della lettera del dott. Michelagnoli, è disponibile nella sezione dedicata all’attività delle RSA territoriali.

 

Contratto nazionale dirigenza medica e dirigenza sanitaria non medica: l’Aran convoca i sindacati per il 20 febbraio.

Convocate il 20 febbraio alle ore 10 le organizzazioni sindacali della dirigenza medica veterinaria e sanitaria per l’apertura delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di categoria. Al tavolo sono state convocate anche le regioni. Per il segretario nazionale di Fp Cgil medici e dirigenti: “Vengono meno i presupposti per lo sciopero programmato per il 23 febbraio. Per questo proporremo all’intersindacale di giovedì di sospenderlo”.
L’Aran ha convocato per il 20 febbraio alle ore 10 le organizzazioni sindacali della dirigenza medica veterinaria e sanitaria per l’apertura delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di categoria.

Leggi l’articolo originale su quotidianosanita.it